NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il Federclub Ufficiale di BMW Motorrad Italia

Pagina 2 di 3

Gallery

Come ogni anno, i nostri soci hanno partecipato agli Off Road Days, apprendendo nuove tecniche e divertendosi come bambini in una pozzanghera.

Stavolta, anche la presenza femminile si è fatta sentire.

Complimenti a tutti i partecipanti, e grazie all'organizzazione - dagli istruttori allo staff amministrativo.

QUADRI D'AUTORE

Lucca la prima tappa… il buon giorno si vede dal mattino!

Programma

Giunti il pomeriggio del sabato, siamo stati accolti dall'amico Alessandro ed abbiamo effettuato, esonerati dall'imbarazzo dell'organizzazione, una approfondita visita della città sotto l’esperta e colta guida di Linda (organizzazione turistica “la giunchiglia”). Una cena tipica al centro ha chiuso la serata.

La domenica, partiti di buon ora, ci siamo incamminati lungo le Valli della Garfagnana, appagando il nostro inesauribile desiderio di emozioni. Natura incontaminata lungo strade quasi in esclusiva per noi con soste a Barga e Castelnuovo di Garfagnana con passaggio per il lago di Gramolazzo. Al bivio di Fivizzano il comitato di accoglienza del BMW Motorrad Club Civitas Lunae ci ha guidati alla volta di Aulla dove Mauro Crisante ci ha abbracciati, unitanente altri amici del Club, in un brindisi beneagurante per le sorti della nostra amicizia e per la neonata Federclub di cui egli ne riveste ruolo di spicco.

Giunti a La Spezia in prima serata ci siamo sistemati in albergo in attesa di riunirci per la cena, consumata in una trattoria tipica dall'antico sapore della tradizione spezina... panigacci e testaroli. Ben appagati siamo andati a letto sognando “le cinque terre”.

Imbarcati alle 9:15 di lunedì, al porto di La Spezia, abbiamo iniziato il giro con la prima sosta a Portovenere proseguendo, poi, sempre per mare, alla volta di Riomaggiore, primo delle cinque….

Le altre quattro, (Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso al mare) raggiunte via treno o per sentieri pedonali asseconda della predisposizione di ognuno di noi, abbiamo percepito in pieno l’esperienza che ha reso famose queste rarità tra le poche al mondo causate positivamente dall'intervento umano.

Castelli e locande, poste a guardia delle eccellenze paesaggistiche della zona, hanno indicato la giusta via…. quella del vino e dell'olio, quando, ubriachi di gioia, abbiamo imboccato, nella giornata di martedì, le vie del CHIANTI…. cullati da magnanime curve attraverso i dolci declivi delle colline, abbiamo percorso strade ombreggiate dai cipressi e lungo le quali la vista si perdeva nel rigoglire dei virgulti di viti pronti ad affrontare il peso della fama che saranno costrette a mantenere alta nel mondo.

Appagati abbiamo fatto rientro dopo aver percorso 1363 km guidando per ore 16:46:39 intervallate da ore 9:50:33 di soste ad una media di 51,22 km/h…. media di tutta sicurezza e di sicuro interesse mototuristico!

 

LOGO 5 terre

L'anno si è aperto alla grande, e con un bel viaggio in sterrato!

Bravissimi Andrea, i due Daniele, Dante, Roberto e Salvatore.

Prossimo viaggio? Vedremo!

Pagina 2 di 3