NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il Federclub Ufficiale di BMW Motorrad Italia

Ferdinando Bosone

Ferdinando Bosone

La divulgazione delle discipline motociclistiche è l’obiettivo predominante delle nostre attività che trovano l’apice in ogni manifestazione motociclistica nazionale ed internazionale utili alla diffusione della cultura motociclistica associata al marchio BMW in particolare.  Il BMW Motorrad Club Partenope è costituito nella sua forma di Associazione Sportiva Dilettantistica dal 5 Marzo 2010 e la sua crescita repentina, pur nella grandezza dei numeri che esaltano la magnificenza delle iniziative poste in essere, non ci ha distratto dalla necessità di dare continuità all'impegno che ci siamo assunti, regalare emozioni…... Alla data odierna contiamo 620 Soci Napoletani iscritti nel libro dei Soci dei quali 390 hanno rinnovato l’iscrizione per l’anno 2015.

 

Sin dalla nostra costituzione abbiamo sempre dedicato la massima cura nell’organizzare, con forte impegno, eventi di diversa difficoltà, passando dalla gita domenicale al Tour attraverso l’Europa raggiungendo sempre mete di grande soddisfazione turistica.

URL del sito web: www.bmwmcpartenope.it

Abbiamo percorso km 430 in 6:28:44 ore di guida intervallate da 05:07:02 ore di soste, ad una media di 36,88 km/h sul totale (compreso le soste) e di 66,35 km/h sul solo tempo di guida.

Una giornata fantastica accompagnata da un cielo limpido ed una temperatura ideale. Paesaggi dolomitici ci hanno fatto sognare senza dover rimpiangere i viaggi a Garmisch … inebriati dai profumi della primavera, addolciti ancor più dalla vegetazione rigogliosa e colorata, abbiamo attraversato i boschi secolari immersi nelParco Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane, che si estende nell’entroterra della Basilicata per all’incirca 27.000 ettari.

01.jpg

Arroccati tra le spettacolari guglie e sagome (che hanno suggerito nomi fantasiosi come l’aquila reale, l’incudine, la grande madre, la civetta) sorgono due borghi presepe medioevali, inseriti da tempo tra i Borghi più Belli d’Italia:Castelmezzano e Pietrapertosa.
Come fortezze inespugnabili essi dominano l’intera valle del fiume Basento, protetti dalle maestose guglie di arenarie che si sono generate 15 milioni di anni or sono durante le ultime fasi tettoniche del Miocene medio.

Il pranzo ad Accettura, ha completato il quadro culturale della tradizione lucana. Trattoria di eccellenza, la “Locanda Pezzolla”, mediante la commistione tra passato e futuro, realizza una offerta culinaria perfettamente rappresentativa di quella locale. Verdure fredde e calde in pastella, con affettati locali e formaggi di eccellente produzione locale, ovviamente senza trascurare la presenza delle orecchiette al ragù accetturese, dolci locali ecc., il tutto sotto la stretta supervisione di mamma Isabella.

02.jpeg

Ci siamo lasciati tutti con rammarico ma con la certezza di poter continuare a contare sempre sulla capacità e l’eccellenza organizzativa del Partenope che continuerà a dosare il piacere di andare in moto con gli aspetti culturali dei luoghi attraversati, da sempre posti al primo piano delle nostre manifestazioni.

QUADRI D'AUTORE

Lucca la prima tappa… il buon giorno si vede dal mattino!

Programma

Giunti il pomeriggio del sabato, siamo stati accolti dall'amico Alessandro ed abbiamo effettuato, esonerati dall'imbarazzo dell'organizzazione, una approfondita visita della città sotto l’esperta e colta guida di Linda (organizzazione turistica “la giunchiglia”). Una cena tipica al centro ha chiuso la serata.

La domenica, partiti di buon ora, ci siamo incamminati lungo le Valli della Garfagnana, appagando il nostro inesauribile desiderio di emozioni. Natura incontaminata lungo strade quasi in esclusiva per noi con soste a Barga e Castelnuovo di Garfagnana con passaggio per il lago di Gramolazzo. Al bivio di Fivizzano il comitato di accoglienza del BMW Motorrad Club Civitas Lunae ci ha guidati alla volta di Aulla dove Mauro Crisante ci ha abbracciati, unitanente altri amici del Club, in un brindisi beneagurante per le sorti della nostra amicizia e per la neonata Federclub di cui egli ne riveste ruolo di spicco.

Giunti a La Spezia in prima serata ci siamo sistemati in albergo in attesa di riunirci per la cena, consumata in una trattoria tipica dall'antico sapore della tradizione spezina... panigacci e testaroli. Ben appagati siamo andati a letto sognando “le cinque terre”.

Imbarcati alle 9:15 di lunedì, al porto di La Spezia, abbiamo iniziato il giro con la prima sosta a Portovenere proseguendo, poi, sempre per mare, alla volta di Riomaggiore, primo delle cinque….

Le altre quattro, (Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso al mare) raggiunte via treno o per sentieri pedonali asseconda della predisposizione di ognuno di noi, abbiamo percepito in pieno l’esperienza che ha reso famose queste rarità tra le poche al mondo causate positivamente dall'intervento umano.

Castelli e locande, poste a guardia delle eccellenze paesaggistiche della zona, hanno indicato la giusta via…. quella del vino e dell'olio, quando, ubriachi di gioia, abbiamo imboccato, nella giornata di martedì, le vie del CHIANTI…. cullati da magnanime curve attraverso i dolci declivi delle colline, abbiamo percorso strade ombreggiate dai cipressi e lungo le quali la vista si perdeva nel rigoglire dei virgulti di viti pronti ad affrontare il peso della fama che saranno costrette a mantenere alta nel mondo.

Appagati abbiamo fatto rientro dopo aver percorso 1363 km guidando per ore 16:46:39 intervallate da ore 9:50:33 di soste ad una media di 51,22 km/h…. media di tutta sicurezza e di sicuro interesse mototuristico!

 

LOGO 5 terre